fbpx
Contattaci Riduci
Vuoi ulteriori informazioni?
Ti contattiamo noi!
  • Hidden
    Visualizza Informativa Privacy
    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali per attività di marketing da parte di Sigla Srl mediante sistemi automatizzati di posta elettronica, SMS e con chiamata di operatore telefonico. NB: In caso di mancato conferimento del consenso per i trattamenti sopra riportati, non sarà possibile contattarla e quindi prendere in carico la Sua richiesta.

Cos’è il tasso di interesse e come si calcola


22 luglio 2021 | Laura Ruggeri

Quando siamo alla ricerca di un prestito dobbiamo considerare tre aspetti fondamentali: la rata mensile che potremo affrontare, la durata del prestito e il tasso di interesse. Questi tre fattori sono molto importanti per affrontare un prestito in maniera consapevole ed evitare le truffe: soprattutto per quanto riguarda i tassi di interesse del prestito, è importante essere ben informati sui costi del prestito che abbiamo opzionato così da poter scegliere quello più conveniente.

In questo articolo andiamo a scoprire come si calcola gli interessi di un prestito, distinguendo il tasso di interesse nominale e reale, e imparando il modo più semplice per effettuare il calcolo del tasso d’interesse.

 

Che cos’è il tasso di interesse?

Come prima cosa, scopriamo insieme cos’è il tasso di interesse. Quando parliamo di tasso d’interesse intendiamo o il costo del prestito che un individuo (debitore) deve alla banca o alla finanziaria con cui ha contratto il finanziamento, oppure – dal punto di vista dell’istituto di credito che ha erogato il prestito – il rendimento che la banca e la finanziaria ne trae erogando il prestito.

Il tasso di interesse può essere di due tipi: il tasso di interesse nominale, meglio conosciuto come TAN (Tasso Annuo Nominale), e il tasso di interesse effettivo – o tasso di interesse reale – che è spesso riportato come TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale).

TAN e TAEG sono le due tipologie di interesse sempre incluse in un prestito e possono variare a seconda dell’istituto di credito. Possiamo dire che queste due percentuali ci permettono di capire se il prestito è effettivamente conveniente.

Il TAN è l’interesse annuo calcolato sul prestito, ovvero la somma in più che il debitore deve riconoscere al creditore al termine dell’anno sull’importo erogato. Il TAN è quella percentuale che può essere fissa o variabile e che le finanziarie sono obbligate a segnalare, sia nei messaggi pubblicitari, sia nella documentazione del prestito.

Il TAEG rappresenta invece il costo totale del prestito, in cui vengono incluse tutte le spese e le commissioni di un prestito: polizze aggiuntive, apertura e tenuta dei conti correnti, gestione della pratica, costi relativi alle operazioni di pagamento. Queste informazioni devono essere indicate nella documentazione informativa precontrattuale.

TAN e TAEG sono due percentuali importanti da conoscere e su cui fare molta attenzione: il tasso di interesse è quello che ci permette di capire quando un prestito è effettivamente conveniente. Per farlo, è possibile consultare i tassi soglia pubblicati ogni tre mesi dalla Banca d’Italia e resi sempre disponibili, in modo da verificare che il tasso di interesse del prestito che stiamo considerando sia legale e non usuraio.

Vi sarà sicuramente capitato di leggere prestiti a “tasso zero”. È proprio in questi casi che bisogna fare massima attenzione, perché molto spesso alcune banche e finanziarie mettono in evidenza solamente il TAN a tasso zero, per poi riversare tutti i costi del prestito sul TAEG. Possiamo parlare di finanziamento a tasso zero soltanto quando TAN e TAEG sono effettivamente a tasso zero, perché significa che potremo sostenere il finanziamento senza costi aggiuntivi.

 

Come calcolare gli interessi di un prestito?

Cercare un prestito personale sicuro e vantaggioso non è mai semplice quando ci sono all’attivo banche e finanziarie che propongono offerte di finanziamento tra le più svariate. Per capire se un prestito è effettivamente conveniente possiamo capire come calcolare il tasso di interesse e mettere a confronto il costo dei prestiti che stiamo considerando.

Vediamo insieme come fare il calcolo del tasso di interesse. Per calcolare gli interessi annuali di un prestito ho bisogno di tre dati: il capitale richiesto (C), il tasso di interesse proposto dalla finanziaria (I) e la durata del finanziamento (D).

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla tipologia di prestito più adatta alle tue esigenze puoi affidarti ai nostri esperti che sapranno darti un quadro completo di finanziamento con la cessione del quinto, il prestito ideale per chi ha bisogno di una rata mensile bassa e sicura con un tasso di interesse fisso.