fbpx
Contattaci Riduci
Vuoi ulteriori informazioni?
Ti contattiamo noi!
  • Hidden
    Visualizza Informativa Privacy
    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali per attività di marketing da parte di Sigla Srl mediante sistemi automatizzati di posta elettronica, SMS e con chiamata di operatore telefonico. NB: In caso di mancato conferimento del consenso per i trattamenti sopra riportati, non sarà possibile contattarla e quindi prendere in carico la Sua richiesta.

Calcolo interessi prestito: cinque consigli


13 ottobre 2021 | Laura Ruggeri

Come avviene il calcolo interessi prestito?   

 

Quando si è alla ricerca di un prestito, una delle voci a cui fare più attenzione è quella sugli interessi. Diventa fondamentale studiare nel dettaglio un calcolo interessi prestito, in modo da valutare se il prestito conviene oppure no. Gli esperti di Sigla Credit hanno redatto una breve guida sugli interessi di un prestito, in modo da poter scegliere consapevolmente il prestito più conveniente.

Come prima cosa, è necessario sapere cosa sono e come vengono calcolati gli interessi su un prestito.

 

Per stabilire il tasso di interesse, le banche e le finanziarie tengono in considerazione due fattori: la durata del finanziamento e la somma richiesta. Le società che erogano finanziamenti propongono diversi tassi di interesse a seconda della tipologia del prestito e sono liberi di scegliere il tasso di interesse che preferiscono (entro i limiti stabiliti dalla legge), ma questo rende ancora più difficile valutare e confrontare i tassi dei prestiti e scegliere quello più conveniente.

 

Il primo passo per calcolare interessi prestito è capire se il tasso è fisso e variabile. Cosa significa esattamente? La percentuale del tasso rimane fissa e invariata per tutta la durata del finanziamento oppure varia a seconda di scadenze predefinite. Il tasso variabile, infatti, cambia di continuo e viene calcolato secondo la periodicità indicata nel contratto, in base al valore del tasso del mercato di riferimento. Nel primo caso, il calcolo interessi su prestito sarà più semplice – perché basterà applicare la percentuale concordata in fase contrattuale alla cifra richiesta e calcolare il tasso. Nel secondo caso la formula sarà decisamente più complessa perché non è possibile sapere in che maniera potrà cambiare il tasso di interesse: in questo caso si consiglia di rivolgersi a un esperto che potrà dare un prospetto a lungo termine sui tassi da sostenere.

 

 

TAN e TAEG: cosa sono e cosa implicano nella richiesta di un prestito?

 

TAN e TAEG sono due tipologie di tassi fondamentali quando si parla di prestiti. Sono i due tassi con cui vengono presentati tutti i finanziamenti e comprendono costi e modalità diverse tra loro. Vediamole insieme.

 

Il TAN è il tasso annuo nominale ed include esclusivamente il tasso di interesse che decide l’istituto di credito: in poche parole, è il compenso di chi eroga il prestito. È la famosa percentuale che può essere pari a 0 (i prestiti a tasso zero fanno riferimento proprio a questo valore), ed è anche quella che – quando è più bassa, o persino a 0 – gioca sicuramente un ruolo fondamentale nel calcolo interessi finanziamento.

 

Il TAEG corrisponde invece al tasso annuo effettivo globale, ed è quasi sempre maggiore del TAN. Questo tasso include, oltre alle spese del TAN, tutti i costi relativi all’apertura e alla gestione di un prestito; nel dettaglio:

 

  • Le spese di apertura pratica, ovvero il costo per l’apertura del finanziamento, pagato solo se questa va a buon fine;
  • Le spese di incasso della rata, che si riferisce ai costi che la finanziaria deve sostenere per incassare ogni singola rata;
  • Le spese per le comunicazioni di servizio che gli istituti di credito sono tenute a fare al beneficiario per fornire un quadro completo e dettagliato dell’andamento del finanziamento.

 

Durante il calcolo interessi prestito personale, queste due voci sono fondamentali per stabilire la convenienza di un prestito rispetto a un altro. Tutti gli istituti di credito sono infatti liberi di decidere quando e come applicarle, ed è possibile trovare prestiti con TAN e TAEG a tasso zero, dove quindi si potrà rimborsare solamente l’importo richiesto.

 

Per un calcolo interessi prestito affidabile è necessario tenere in considerazione entrambe le voci che devono essere obbligatoriamente evidenziati nel contratto di prestito: minori saranno le percentuali di TAN e TAEG, maggiore sarà la convenienza del prestito.

 

 

Prestiti con tasso fisso per tutta la durata del finanziamento

 

Abbiamo visto che quando si è alla ricerca di un prestito, il calcolo degli interessi è fondamentale per stabilire quello più conveniente al proprio portafogli. Ogni tipologia di prestito può applicare tassi differenti e le tipologie di finanziamenti che prevedono tassi fissi per tutta la durata del prestito sono spesso quelli più convenienti e che permettono di risparmiare rispetto ad altri.

 

Tra questi c’è la cessione del quinto, una tipologia di prestito che prevede una rata non superiore al quinto del proprio stipendio e un tasso costante per tutta la durata del finanziamento. Possono richiederla i lavoratori dipendenti pubblici, statali e privati e i pensionati, ed è considerato un tipo di prestito non finalizzato perché non è necessario fornire alcuna motivazione specifica per richiederlo. Inoltre, è a firma singola: questo significa che non è necessario presentare alcun garante per ottenerlo, perché è sufficiente la il documento di reddito del richiedente.

 

Sigla Credit offre tassi di interesse fissi e vantaggiosi per il tuo prestito online ed è possibile ottenere un preventivo gratuito e senza impegno. In fase di preventivo sarà possibile conoscere i tassi di interesse applicati e la rata mensile da sostenere, così da conoscere in anticipo i costi da sostenere e affrontare il prestito con serenità.