fbpx
Contattaci Riduci
Vuoi ulteriori informazioni?
Ti contattiamo noi!
  • Hidden
    Visualizza Informativa Privacy
    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali per attività di marketing da parte di Sigla Srl mediante sistemi automatizzati di posta elettronica, SMS e con chiamata di operatore telefonico. NB: In caso di mancato conferimento del consenso per i trattamenti sopra riportati, non sarà possibile contattarla e quindi prendere in carico la Sua richiesta.

Assicurazione prestito: come funziona?


28 luglio 2021 | Laura Ruggeri

L’assicurazione sul prestito è una polizza che può essere attivata su un prestito personale per tutelare il richiedente – e, quando necessario, il suo garante – nel caso in cui non fosse più in grado di rimborsare il credito richiesto. Può essere obbligatoria o facoltativa, ma nella gran parte dei casi può essere molto d’aiuto nelle situazioni d’emergenza: in caso di perdita del lavoro, per esempio, l’assicurazione sul prestito è quel servizio aggiuntivo che permette di chiudere un debito senza cadere nel sovraindebitamento. Vediamo insieme cosa significa stipulare un’assicurazione sul prestito e come funziona.

 

Che cos’è l’assicurazione sul prestito e come funziona

 

Quando decidiamo di avviare un finanziamento, banche e finanziarie ci chiedono se vogliamo attivare un’assicurazione sul prestito. Davanti a questa richiesta siamo spesso scettici e tendiamo a rifiutare, ma la stipula di un’assicurazione su prestito personale può rivelarsi uno strumento molto utile in situazioni di emergenza.  L’assicurazione su prestito, in base alla tipologia di prodotto finanziario che scegliamo, può essere obbligatoria o facoltativa, e può coprire diversi eventi:

 

  • In caso di perdita del lavoro: se il beneficiario del prestito perde il lavoro, la compagnia assicurativa si farà carico delle rate di rimborso fino a che il cliente non trova un altro lavoro; aver stipulato un’assicurazione sul prestito in caso di perdita del lavoro si rivelerà una soluzione molto vantaggiosa per tutti coloro che verranno licenziati dall’azienda. È bene sottolineare che la compagnia assicurativa si farà carico delle rate solo in caso di disoccupazione involontaria (se è il richiedente a dimettersi, per qualsiasi ragione, l’assicurazione non si farà carico delle rate).
  • Decesso del beneficiario del finanziamento: nella tragica ipotesi della morte del beneficiario del prestito, se il richiedente non ha stipulato un’assicurazione, dovranno farsi carico delle rate insolute gli eredi. L’assicurazione sul prestito in caso di morte del beneficiario prevede invece la “chiusura” del finanziamento da parte della compagnia assicurativa: tutte le rate mancanti verranno saldate e il prestito potrà essere considerato chiuso.
  • Invalidità totale: anche nella tragica ipotesi in cui il richiedente rimanga invalido al 100%, la compagnia assicurativa si farà carico delle rate rimanenti, chiudendo il prestito.
  • Stipulare un prestito con assicurazione può essere d’aiuto anche in caso di inabilità temporanea: nel caso di infortuni o malattie, l’assicurazione si farà carico delle rate del prestito finché la nostra situazione non torna alla normalità. In questo caso, la compagnia assicurativa si farà carico di una parte delle rate mancanti, a seconda dei tempi di recupero e della condizione di salute del beneficiario.

 

L’assicurazione con la cessione del quinto

 

Con la cessione del quinto la stipula di un’assicurazione sul prestito è obbligatoria ed è volta a tutelare il richiedente in caso di perdita del lavoro e fine vita. La rata, che nel caso della cessione del quinto non può essere superiore al quinto del nostro stipendio, rimarrà fissa per tutta la durata del finanziamento, senza costi aggiuntivi.

 

Ma se decidiamo di attivare un’assicurazione sul prestito, quali sono i costi che dovremo affrontare? La cessione del quinto di Sigla Credit non prevede costi aggiuntivi: il costo è già incluso nella rata mensile che viene stipulata a inizio contratto e che non può superare il 20% del nostro stipendio/pensione.

 

La polizza assicurativa inclusa nella cessione del quinto è una copertura prescritta dalla legge n. 180/1950, che obbliga a includere nei finanziamenti di questo tipo assicurazioni sulla vita e sulla perdita del lavoro.

 

La polizza inserita nei contratti di cessione del quinto è diversa per lavoratori dipendenti e per i pensionati. Per i lavoratori dipendenti l’assicurazione include sia una copertura sulla vita che una sulla perdita del lavoro, mentre per i pensionati è prevista solo la copertura sulla vita.

 

La polizza rischio impiego, copre i rischi legati alla perdita dell’impiego, ma solo se legata a motivi non imputabili alla volontà del dipendente.

 

In caso di morte anticipata dell’intestatario del prestito, copre per intero il debito residuo, proteggendo di fatto i suoi eredi, che vengono esonerati dall’obbligo di restituire il prestito erogato.

 

Se vuoi avere maggiori informazioni sui prestiti offerti da Sigla Credit puoi contattare i nostri esperti compilando questo form. Puoi chiedere un preventivo gratuito e senza impegno e ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno sull’assicurazione e la cessione del quinto.