facebook
Contattaci Riduci
Vuoi ulteriori informazioni?
Ti contattiamo noi!
  • Hidden
    Visualizza Informativa Privacy
    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali per attività di marketing da parte di Sigla Srl mediante sistemi automatizzati di posta elettronica, SMS e con chiamata di operatore telefonico. NB: In caso di mancato conferimento del consenso per i trattamenti sopra riportati, non sarà possibile contattarla e quindi prendere in carico la Sua richiesta.

Sfatiamo tutti i falsi miti sulla Cessione del Quinto


02 marzo 2022 | Jessica

La cessione del quinto è una delle modalità di prestito più sicure e vantaggiose, ma ancora molte persone non la conoscono bene e spesso sono titubanti a richiederla perché hanno dei pregiudizi nei confronti di questa tipologia di finanziamento. Tuttavia, la cessione del quinto è la soluzione ideale per chi ha bisogno di liquidità in tempi brevi, non ha un garante e ha bisogno di una rata mensile adatta al proprio bilancio famigliare.
 

Sfatiamo insieme i falsi miti sulla cessione del quinto.

 

Quali sono i falsi miti sulla cessione del quinto e perché non corrispondono alla realtà?

 

La CdQ ha tassi molto alti, alla fine del prestito devo restituire il doppio dell’importo richiesto

Falso. Uno dei vantaggi della cessione del quinto è che ha tassi costanti e fissi per l’intera durata del finanziamento: una volta concordate le percentuali di TAN e TAEG e le spese del prestito – conoscibili e visibili fin da subito – queste rimangono tali fino all’estinzione del finanziamento. Il tasso e anche l’assicurazione sono sempre incluse nella rata del prestito. Non ci sono sorprese o spese extra da sostenere.
 

Se non ho un garante non riuscirò mai a ottenerla

Falso. Per sua natura, la cessione del quinto non richiede un garante, né un immobile da presentare come garanzia: l’unica garanzia richiesta è la propria busta paga o pensione. In questo modo non è assolutamente necessario vincolare un familiare alla richiesta di finanziamento o ipotecare un immobile. Con la cessione del quinto è possibile richiedere un prestito veloce fino a 75mila euro.
 

Con un prestito in corso non posso chiedere una cessione del quinto

Falso. La cessione del quinto rappresenta il miglior prestito per ottenere altra liquidità avendo già un finanziamento in corso (es. prestito personale o mutuo). Inoltre, attraverso il prestito con delega puoi aumentare l’importo di un’eventuale cessione del quinto già attiva.
Se hai molti finanziamenti in corso puoi richiedere un consolidamento debiti, un prodotto finanziario prezioso che ti offre la possibilità di estinguere subito tutti i prestiti e pagare un’unica rata mensile più bassa ad un solo Istituto di Credito.
 

La cessione del quinto è una tipologia di prestito solo per cattivi pagatori

Falso. Tutti possono chiedere e ottenere la cessione del quinto e la stipula di un’assicurazione obbligatoria la rende una modalità di finanziamento sicura e vantaggiosa per il beneficiario. La particolarità della CdQ risiede nella modalità di rimborso del credito: una rata fissa che non può superare il 20% del reddito mensile, trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione. Questo garantisce una rata adatta al proprio bilancio famigliare ed evita la caduta nel sovraindebitamento.
È vero però che anche i “cattivi pagatori” possono ottenere la cessione del quinto per saldare i propri debiti, perché l’ente finanziario non valuta il profilo creditizio passato del richiedente, ma solamente la disponibilità economica presente.
 

Come richiedere la cessione del quinto

 
Grazie al processo a distanza di Sigla Credit, è possibile ottenere un prestito online comodo e veloce, richiedendo un preventivo gratuito e senza impegno, che potrai valutare con calma.
Una volta effettuata la richiesta di preventivo dal sito, inserendo i propri dati di contatto e le informazioni anagrafiche, uno dei nostri consulenti ti contatterà per definire insieme la soluzione migliore adatta alle tue esigenze e proporti un preventivo personalizzato. A questo punto, potrai decidere se proseguire con l’invio dei pochi documenti necessari (con WhatsApp o e-mail, per esempio) per predisporre la proposta precontrattuale e poi avviare l’istruttoria.
Terminate le fasi di verifica e accettazione della richiesta, verrà stampato il contratto che firmerai con un consulente in agenzia o dove vorrai. Se sei in possesso dello SPID, puoi anche utilizzare la firma digitale e concludere l’intera procedura da remoto.
 
Dopo la firma del contratto, verrà subito erogato l’importo definito con cui potrai finalmente realizzare i tuoi progetti.